Avvistamento 21/10/2018

Avvistamento 21/10/2018

Specie osservate: 1 Capodoglio e 2 gruppi di Stenelle Striate.

La stagione sta quasi per finire, ma non senza incontri emozionanti! 2 gruppi molto numerosi di Stenelle, il primo a circa 6 miglia dal Porto di Genova, composta da 30-40 animali.  Durante questo avvistamento, il soffio all’orizzonte svela la presenza di un Capodoglio in superficie! Riusciremo a vederlo da vicino per ben 3 volte, attendendolo tra un’immersione e l’altra che, abbiamo calcolato, sono durate più di 40 minuti ciascuna. Pur avendo avvistato questo animale su una profondità di circa 600 metri, il Capodoglio può raggiungere i 2000 metri rimanendo in apnea anche 2 ore: si ciba infatti di calamari di profondità e solo così può dedicarsi appieno alla caccia. Il suo soffio è inconfondibile da lontano poiché è basso, molto denso e inclinato di 45° rispetto alla superficie.

Avvistamento 14/10/2018

Avvistamento 14/10/2018

Specie osservate: 1 gruppo di Stenelle Striate.

Certo le previsioni non preannunciavano una calma piatta, ma nemmeno un mare e un vento così forti da dover cancellare l’escursione! Ad ogni modo il vento da nord è andato via via aumentando durante la nostra uscita e questo fattore ha fatto ingrossare man mano anche il mare, creando numerose “pecorelle” bianche sulla superficie. L’avvistamento, comunque, di un gruppo di Stenelle Striate c’è stato, ma vista la giornata fin troppo movimentata e la difficoltà nel mostrare a tutti gli animali, è stato concesso ai passeggeri di tornare una seconda volta con lo stesso biglietto.

Avvistamento 10/10/2018

Avvistamento 10/10/2018

Specie osservate: 1 gruppo di Stenelle Striate.

Giornata caratterizzata da un cielo coperto e mare leggermente agitato. Questo ha reso un po’ più difficile la ricerca dei cetacei che, per forza di cose, riusciamo ad avvistare solo quando emergono in superficie. Difficile, ma non impossibile! Infatti i grossi spruzzi in lontananza a circa 13 miglia da Genova su una profondità di 1400 metri mostrano chiaramente la presenza di un gruppo di delfini intenti a saltare fuori dall’acqua. Circa 25 Stenelle Striate ci hanno accompagnato per 20 minuti di navigazione interagendo con le onde della motonave.

Avvistamento 07/10/2018

Avvistamento 07/10/2018

Specie avvistate: 3 gruppi di Stenelle Striate.

Anche per chi è abituato a vederli tutti i giorni, i delfini sono sempre fantastici! I 3 gruppi avvistati oggi hanno mostrato i tipici comportamenti che le Stenelle Striate tengono in superficie. Il breaching, ovvero il salto dell’animale fuori dall’acqua, che spesso questi delfini compiono in sincronia tra loro. Il wake-riding, cioè il nuoto sulle onde create dalla scia dell’imbarcazione, che spesso permette loro di compiere salti altissimi, per via della “rincorsa” generata dalle onde. Infine, il bow-riding, il momento in cui uno o più delfini si posizionano esattamente sotto la prua della nave quasi a volersi fare spingere da essa, contendendosi tra loro la posizione migliore. Questi tre comportamenti sono del tutto naturali, poiché gli animali che andiamo a cercare e osservare sono completamente selvatici e, quindi, per nulla addestrati.

Avvistamento 03/10/2018

Avvistamento 03/10/2018

Specie osservate: 1 Zifio, 3 gruppi di Stenelle Striate e 1 Pesce Luna.

Apre la giornata l’incontro con un Pesce Luna in superficie. Solitamente questi pesci vengono osservati numerosi nel periodo tarda primavera-inizio estate, quando inizia la fioritura delle Velelle velelle, idrozoi strettamente imparentate con le meduse e delle quali i Pesci Luna si cibano. Da lontano, il Pesce Luna è riconoscibile per la grande pinna dorsale che esce verticalmente dall’acqua, muovendosi a destra e sinistra. Peccato per lo Zifio osservato solo da lontano, ha ripagato moltissimo l’avvistamento di 3 gruppi di Stenelle Striate, composti tutti da una decina di individui. La media del Santuario Pelagos è di circa 20 delfini per gruppo, ma non per questo le Stenelle di oggi sono state meno giocose e salterine del solito!

Avvistamento 23/09/2018

Avvistamento 23/09/2018

Specie osservate: 1 Zifio.

Gli Zifi si sono dimostrati dalla presenza un po’ discontinua durante il periodo estivo, ma nelle ultime escursioni si stanno riaffermando veri signori dei Canyon genovesi! L’individuo avvistato oggi era una femmina di grosse dimensioni, che ha compiuto ben 13 emersioni in prossimità della nostra motonave, prima di immergersi per 15 minuti e riemergere più distante da noi. Di questo Zifio è stato possibile osservare benissimo anche il soffio, basso e leggermente inclinato in avanti, non sempre visibile in questa specie. Come per tutti gli altri cetacei, il soffio non è dato dall’acqua (come molti potrebbero pensare), bensì dall’aria condensata nei polmoni. I cetacei, proprio come noi, respirano aria e non potrebbero quindi avere acqua nei polmoni.

Avvistamento 19/09/2018

Avvistamento 19/09/2018

Specie osservate: 2 Zifi, 4 gruppi di Stenelle Striate e 1 Manta.

Il primo avvistamento di oggi è una coppia di Zifi adulti che riusciamo ad osservare per due cicli di emersioni, intervallati da un’immersione di 22 minuti. Si tratta di un tempo di apnea di media durata: questi cetacei sono in grado di rimanere sott’acqua per più di un’ora, raggiungendo profondità che superano tranquillamente i 1500 metri! E’ a queste elevate profondità che trovano facilmente i loro calamari preferiti di cui cibarsi. Più si scende in profondità, più la pressione dell’acqua comprime il corpo: come riescano questi animali a compensare questa “compressione” è ancora un mistero, ma certo è che ce la fanno benissimo! La giornata è proseguita con l’avvistamento di 4 gruppi di Stenelle Striate, di cui 3 con i cuccioli. La presenza sui canyon sottomarini (che percorriamo durante il whale watch) di numerosi pesci spada, mangianze di tonni e mante, conferma ancora una volta quanto produttivo sia il Mar Ligure.

Avvistamento 16/09/2018

Avvistamento 16/09/2018

Specie osservate: 4 Zifi e 3 gruppi di Stenelle Striate.

La foschia densa che incombeva su un mare straordinariamente calmo non ci ha impedito di avvistare numerosi gruppi di Stenelle Striate, di cui un paio con alcuni cuccioli al seguito. Ma non sono stati gli unici piccoli ad essere avvistati oggi; il piccolo gruppo di zifi osservato era così composto: maschio adulto (riconoscibile dalle grosse dimensioni e dai due denti sporgenti), giovane e madre con il suo cucciolo abbastanza cresciuto. Il mare calmo e l’assenza di vento ci ha permesso di vedere bene da vicino questi splendidi animali, la loro colorazione variabile da individuo a individuo e il loro comportamento tutt’altro che schivo e timido! Alla nascita, uno zifio è lungo tra i 2 e i 2,7 metri per un peso di 250-300 kg!

Avvistamento 12/09/2018

Avvistamento 12/09/2018

Specie osservate: 4 gruppi di Stenelle Striate e 3 Mante.

Tantissimi gruppi di Stenelle Striate (ne abbiamo avvicinati 4) e altrettanti di grossi pesci, come i tonni, intenti ad alimentarsi in superficie “tradiscono” la presenza di molto pesce azzurro, ad esempio acciughe e sardine, di cui tantissimi predatori si nutrono. Ovviamente la presenza di tutto questo movimento di animali in mare attira numerosi uccelli marini, soprattutto gabbiani e berte maggiori e minori, i quali si nutrono anch’essi di acciughe. Rientrando verso il porto abbiamo la fortuna di avvistare e osservare da vicino 3 Mante (Mobule), tutt’altro che semplici da avvicinare, in quanto essendo pesci non hanno la necessità di risalire in superficie per respirare come fanno i cetacei.

Avvistamento 09/09/2018 Festival della Comunicazione

Avvistamento 09/09/2018 Festival della Comunicazione

Specie osservate: 4 gruppi di Stenelle Striate.

Escursione all’imbrunire organizzata nell’ambito del Festival della Comunicazione di Camogli, con durata ridotta e partenza solo da Camogli, ma non per questa priva di incontri interessanti. Abbiamo avvistato ben 4 gruppi di Stenelle Striate entro le 8 miglia dalla costa. La forte presenza di numerosi tonni e uccelli marini (soprattutto Berte Maggiori e Minori e Gabbiani Reali) indicava, con tutta probabilità, il fatto che questi delfini siano stati intenti a nutrirsi delle numerose acciughe e sardine presenti nell’area. È facile, infatti, che i 4 gruppi incontrati siano in realtà uno stesso gruppo molto ampio diviso in “piccoli” sottogruppi.