fbpx
Avvistamento 12/09/2019 al tramonto

Avvistamento 12/09/2019 al tramonto

Specie osservate: 2 Capodogli e 2 gruppi di Stenelle Striate.

Molto più vicini a Genova di quanto sembra, i 2 Capodogli si trovavano a non più di 4 miglia dalla costa, su un fondale di circa 500-600 metri, compiendo immersioni della durata di 30-40 minuti, alternate a 5-10 minuti passati in superficie a respirare. La forte presenza di Capodogli negli ultimi giorni fa pensare a una grande presenza di cibo nell’area di mare di fronte a Genova. Cercare le Stenelle non è stato difficile poichè si trovavano anch’esse nelle stesse zone dei Capodogli; come la maggior parte dei gruppi di delfini, anche loro hanno “dato spettacolo” con i loro salti acrobatici.

Avvistamento 01/09/2019

Avvistamento 01/09/2019

Specie osservate: 4 Capodogli e 3 gruppi di Stenelle Striate.

Al largo di Savona, sui 1000 metri di profondità, 4 individui di Capodoglio a poca distanza l’uno dall’altro. Il soffio basso, diretto a sinistra e inclinato in avanti e la coda mostrata fuori dall’acqua prima di una lunga apnea sono i caratteri distintivi riconoscibili in superficie per questa specie. Raggiungono elevate profondità per cacciare i calamari di cui si nutrono; nel buio più totale utilizzano particolari suoni che generano un eco di ritorno, grazie al quale i Capodogli riescono a “vedere” anche in completa assenza di luce.

Avvistamento 30/08/2019

Avvistamento 30/08/2019

Specie osservate: 1 Zifio, 3 gruppi di Stenelle Striate e 1 Manta.

Grandi gruppi di Stenelle oggi, composti da circa 40-50 individui con alcuni piccoli. Sono cetacei che solitamente vivono abbastanza lontani dalla costa, dove la profondità del mare supera i 400-500 metri; l’ultimo gruppo avvistato oggi, però, si trovava ad appena 2 miglia dal Porto di Genova. Il mare particolarmente calmo ci ha permesso di avvistare con il binocolo le caratteristiche “ali” di una Manta: in realtà, sono le estremità delle sue due pinne pettorali che spuntano appena fuori dalla superficie. L’incontro più suggestivo è sempre quello con lo Zifio, atteso nel punto di immersione per osservarlo da vicino dopo un’apnea di 30 minuti.

Avvistamento 29/08/2019 al tramonto

Avvistamento 29/08/2019 al tramonto

Specie osservate: 8 Zifi, 5 gruppi di Stenelle Striate e 2 Pesci Luna.

I Canyon di Genova oggi erano letteralmente invasi dagli Zifi! Ne abbiamo avvistati 8 divisi in gruppi di 2, 5 e 1. Il gruppo più numeroso è stato possibile osservarlo mentre riposava in superficie. Tale comportamento si chiama Logging e vede gli animali rimanere quasi immobili in superficie con la parte anteriore del dorso fuori dall’acqua. Curioso anche l’avvistamento “fuori stagione” di due Pesci Luna, solitamente visibili in superficie durante la primavera, poichè intenti a cibarsi delle Velelle.

Avvistamento 28/08/2019

Avvistamento 28/08/2019

Nessun avvistamento.

Purtroppo il vento molto forte, creando le cosiddette “pecorelle” bianche sulla superficie del mare, ha condizionato di molto la giornata, costringendoci a rientrare in porto anche prima del previsto. Nel caso in cui non dovesse esserci alcun avvistamento è possibile ritornare gratuitamente conservando il biglietto.

Avvistamento 25/08/2019

Avvistamento 25/08/2019

Specie osservate: 1 Zifio e 3 gruppi di Stenelle Striate.

Lo Zifio di oggi, una femmina, era già presente nei nostri cataloghi, poichè è uno dei tanti tra gli individui già avvistati e riconosciuti in passato. Dopo averlo osservato da lontano, abbiamo atteso che riemergesse dalla sua apnea durata 28 minuti e siamo riusciti ad avvicinarci un po’ di più per riuscire anche a fotografarlo al meglio. Tra i 3 gruppi di Stenelle Striate, uno molto numeroso: circa 40 individui con una decina di cuccioli all’interno del gruppo.

Avvistamento 21/08/2019

Avvistamento 21/08/2019

Specie osservate: 2 gruppi di Stenelle Striate, 2 tartarughe Caretta Caretta e 1 tartaruga Liuto.

Il primo avvistamento di oggi è stato più unico che raro, dal momento in cui riuscire a osservare, per di più a distanza ravvicinata, una tartaruga Liuto non è cosa semplice Oltre a essere poco frequente nel Mar Ligure, questa tartaruga compie apnee che possono durare oltre 30 minuti, spostandosi parecchio dal punto di immersione. L’altra specie di tartaruga incontrata, la Caretta Caretta, è decisamente più frequente, vivendo stabilmente in Mar Ligure e spostandosi verso il sud del Mediterraneo solo per nidificare.

Avvistamento 18/08/2019

Avvistamento 18/08/2019

Specie osservate: 1 Balenottera Comune.

A 18 miglia da Genova, su una profondità di 1300 metri abbiamo avvistato un’esemplare di Balenottera Comune che compiva atti respiratori estremamente regolari (5 respirazioni in superficie), alternati a 10 minuti di immersione. La Balenottera Comune è l’unico misticete presente in modo costante nel Mediterraneo. A differenza degli altri cetacei odontoceti, la Balenottera possiede i fanoni, delle grandi spazzole di cheratina (come i nostri capelli o le nostre unghie), utili a filtrare il plancton di cui si nutre.

Avvistamento 16/08/2019

Avvistamento 16/08/2019

Specie osservate: 2 Zifi.

Oggi abbiamo avvistato una coppia di Zifi molto particolare: si tratta infatti di una femmina con il suo cucciolo. Non sono frequenti avvistamenti di questo tipo e rimane interessante il fatto che la stesa coppia l’avevamo già osservata esattamente due anni fa, in cui il cucciolo risultava essere, ovviamente, molto più piccolo. Il fatto che abbia superato i primi mesi di vita fa ben sperare!

Avvistamento 15/08/2019 al tramonto

Avvistamento 15/08/2019 al tramonto

Specie osservate: 1 Capodoglio, 1 Zifio e 1 gruppo di Stenelle Striate.

Ecco i due “deep divers” del Santuario dei Cetacei: il Capodoglio e lo Zifio. Entrambi sono in grado di superare i 2000 metri di profondità, rimanendo in apnea per oltre 2 ore. Durante queste lunghe apnee si dedicano alla ricerca dei calamari di cui entrambi sono ghiotti. Le prede vengono afferrate e ingoiate intere. A differenza dello Zifio, il Capodoglio quando si immerge solleva sempre la coda fuori dall’acqua per darsi maggior spinta nell’immersione. Questi animali sono stati osservati su profondità superiori a 1400 metri.